Chi siamo

Vitruvio Barcelona – Associazione per l’armonia e lo sviluppo del territorio – nasce per incentivare i cittadini e i visitatori a conoscere e apprezzare Barcellona e la Catalogna, sia per mezzo della conoscenza dei beni culturali materiali (architettura, monumenti, luoghi) che immateriali (lingua, storia, cultura, musica, tradizioni). Scarica il pdf

L’associazione propone iniziative utilizzando i linguaggi dell’Arte – teatro, musica, letteratura, gastronomia – per sensibilizzare e coinvolgere gli spettatori. Vitruvio Barcelona, sensibile al problema della gentrification e della perdita di identità dei quartieri, promuove la cittadinanza attiva e la partecipazione degli abitanti ad attività rivolte ai residenti, per una conoscenza approfondita degli aspetti peculiari del territorio. Contemporaneamente, sensibile al problema del turismo di massa e standardizzato, si rivolge ai visitatori per la diffusione della cultura catalana in modo personalizzato, offrendo visite e spettacoli per un turismo di esperienza. Per raggiungere i suoi obiettivi, l’associazione svolge le seguenti attività :

  • Spettacoli itineranti con attrici, attori e guide turistiche alla scoperta di Barcellona e della Catalogna in un «viaggio della memoria», dedicato soprattutto agli abitanti locali. Lingue utilizzate: Italiano e catalano
  • Corsi, spettacoli e workshop a tema gastronomico, con scambi fra le cucine regionali italiane e quella catalana, quali strumenti di approfondimento e conoscenza della cultura e della tradizione locale. Lingue utilizzate: Italiano e catalano
  • Partecipazione e collaborazione a festival musicali, integrando anche con altre discipline come la gastronomia, la letteratura, la danza, le arti visive …
  • Sviluppo di relazioni tra Barcellona e altre aree geografiche con affinità culturali, al fine di amplificare la conoscenza e l’orgoglio di appartenenza attraverso la comprensione reciproca.

Le attività svolte a Barcellona saranno affiancate da iniziative realizzate all’estero, presso paesi con una comune identità culturale, storica, artistica, che possa servire come filo conduttore, come ponte fra le diverse culture.

BurtGlinnLa nena (bambina in catalano) sull’altalena… Perché questa immagine? Rappresenta lo spirito con cui nasce Vitruvio Barcelona. La bambina sull’altalena si spinge in alto, quasi a toccare idealmente con la punta dei piedi uno dei simboli di Barcellona: la Sagrada Familia. Le immagini di questo maestoso edificio sono le più presenti nel web, nei siti dedicati al turismo leisure che vedono protagonista Barcellona. Nell’immaginario del turista medio è divenuta icona di questa complessa metropoli. Tuttavia, per i cittadini la Sagrada Familia è un “non luogo”, un posto sempre più distante dalle loro esistenze, quasi non fosse un bene comune da preservare e di cui vantarsi.

Di Leonardo da Vinci - Leonardo Da Vinci - Photo from www.lucnix.be. 2007-09-08 (photograph). Photograpy:This image is the work of Luc ViatourPlease credit it with: Luc Viatour / www.Lucnix.be in the immediate vicinity of the image. A link to my website www.lucnix.be is much appreciated but not mandatory.An email to Viatour Luc would be appreciated too.Do not copy this image illegally by ignoring the terms of the license below, as it is not in the public domain. If you would like special permission to use, license, or purchase the image please contact me Viatour Luc to negotiate terms.More free pictures in my personal gallery[Note: this is in the public domain, despite the photographer's contradictory claim. Any use is permissible, and no credit to the photographer is necessary.]Nikon case D80 optical Sigma 17-70mm F2,8/4,5 Macro, Pubblico dominio, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=2738140

Di Leonardo da Vinci – Leonardo Da Vinci – Photo from www.lucnix.be. 2007-09-08 (photograph).

Non riusciamo a vedere l’espressione della bambina sull’altalena, ma possiamo cogliere la forza giocosa e tenace con cui si spinge verso l’alto. Il suo movimento cattura lo sguardo e lo porta a vedere la città con occhi diversi, facendoci ricordare quanto sia importante l’armonia fra le componenti di quel delicato organismo vivente che chiamiamo città, che deve cogliere le esigenze di tutti e supportare anche i più deboli. La bambina sull’altalena non è un personaggio riconoscibile, famoso, ma divertendosi con il gioco da sempre più diffuso nei parchi pubblici, ci porta a guardare la Sagrada Familia, il quadro generale. La bambina sull’altalena è in continuo movimento, in precario equilibrio, è l’armonia e la speranza di sviluppo del territorio. La bambina è Vitruvio Barcelona.

Chi era Vitruvio? Marco Vitruvio Pollione, famoso architetto latino, scrisse il celebre trattato “De Architectura” in 10 libri, l’unica opera che ci permette di conoscere i metodi di costruzione degli antichi romani; ad essa si rifecero anche gli architetti del Rinascimento. Visse nel I secolo a.C. Descrisse anche le proporzioni del corpo umano che Leonardo da Vinci immortalò nel suo famoso disegno “L’uomo Vitruviano”. Questo il pensiero di Vitruvio che ha ispirato l’associazione: «L’architettura è imitazione della natura, l’edificio deve inserirsi armoniosamente nell’ambiente naturale». Armonia fra uomo e natura, fra ambiente e sviluppo urbano.